galleriafoto

Ti trovi qui:

Home > L'ORDINE > Organi e Uffici

La Professione

La Storia

La Professione economico-contabile ha radici lontane nel tempo: lo Scriba nell’antico Egitto, il Procurator a rationibus nella Roma imperiale testimoniano l’esistenza, presso le civiltà antiche, di figure professionali affini a quella del moderno commercialista.

  • Nel XV secolo, a Venezia, con l’invenzione del metodo della partita doppia, ad opera di Fra’ Luca Pacioli, nasce la moderna Ragioneria, cui segue nel 1581 l’istituzione del primo Collegio dei Rasonati.
  • Nel 1742, a Milano, nasce il primo Collegio dei Ragionieri inteso in senso moderno, preposto alla rappresentanza degli iscritti, all’affermazione della professione ed al contrasto dell’abusivismo.
  • Nel 1906 a Racconigi viene promulgata la prima “Legge sull’esercizio della professione di Ragioniere”.
  • Con la riforma del 1953 nascono le professioni di Dottore Commercialista (D.P.R. n. 1067 del 27 ottobre 1953) e di Ragioniere ed Economista d’impresa (D.P.R. n. 1068 del 27 ottobre 1953).
  • Dal 1° gennaio 2008, infine, gli iscritti dei previgenti Ordini dei Dottori Commercialisti e dei Ragionieri e Periti Commerciali sono confluiti nell’Albo dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili.

E’ così nata un’unica, moderna Professione economico-giuridico-contabile.


L’evoluzione della professione

La Professione economico-contabile accompagna, da sempre, l’evoluzione dell’economia del Paese, sviluppando nuove competenze in risposta alle esigenze sempre più complesse dei soggetti che operano nel mercato. In seguito alla progressiva trasformazione e internazionalizzazione dei mercati degli ultimi decenni i commercialisti hanno ampliato e specializzato la sfera delle proprie competenze sviluppando accanto alle prestazioni professionali tradizionali - incentrate sulle problematiche contabili e fiscali - ulteriori competenze in campo consulenziale e nuove funzioni ausiliarie a fianco delle Istituzioni e della Pubblica Amministrazione.
L’evoluzione dei modelli organizzativi e l’utilizzo delle nuove tecnologie informatiche hanno inoltre determinato modificazioni della struttura e dell’organizzazione dello studio professionale.