Photo gallery
Photo gallery

Ti trovi qui:

Home > L'ORDINE > O.C.C. - Sovraindebitamento > Procedure sovraindebitamento

O.C.C. - PUNTO INFORMATIVO

Procedure Sovraindebitamento
a cura della Commissione Crisi da Sovraindebitamento

Giorni e orari: gli appuntamenti possono essere concordati esclusivamente inviando un’email alla Commissione Crisi da Sovraindebitamento

Info e prenotazioni: sovraindebitamento@odcec.roma.it

O.C.C. Punto informativo

Versione in pdfStampaE-mail


Procedure Sovraindebitamento

I soggetti che non possono avvalersi delle procedure concorsuali tradizionali – fallimento e concordato preventivo su tutte – ma che versano in una situazione di sovraindebitamento nei confronti dei creditori, hanno la possibilità di ristrutturare il loro debito avvalendosi della Legge 3/2012.

Al fine di porre rimedio alle situazioni di sovraindebitamento tali soggetti (persone fisiche, imprenditori commerciali e società non fallibili, imprenditori agricoli, professionisti, società tra professionisti, fondazioni, consorzi, associazioni professionali, imprese agricole, etc.), possono rivolgersi ad un Organismo di Composizione della Crisi, che abbia sede nello stesso circondario di residenza del debitore (se il debitore risiede nel circondario di Tivoli non potrà presentare domanda per accedere alla Legge 3/2012 all’O.C.C. dell’O.D.C.E.C. di Roma ma dovrà necessariamente rivolgersi all’’O.C.C. dell’O.D.C.E.C. di Tivoli), per:

1.    proporre un accordo di composizione della crisi, dovuto ad una situazione di perdurante squilibrio tra le obbligazioni assunte ed il patrimonio prontamente liquidabile, mediante la ristrutturazione del debito con i creditori, sulla base di un piano che indichi le eventuali garanzie rilasciate e le modalità per l’eventuale liquidazione dei beni, subordinato all’approvazione di almeno il 60% dei crediti;
2.    proporre il piano del consumatore per la ristrutturazione del debito (il piano è riservato al consumatore o al debitore che ha assunto obbligazioni estranee all’attività imprenditoriale o professionale), da sottoporre alla valutazione del Giudice e non anche all’approvazione preventiva dei creditori;
3.    proporre la ristrutturazione del debito mediante la procedura di liquidazione di tutti i suoi beni.

N.B.: prima di ogni eventuale attività da porre in essere, si ritiene necessario acquisire le indicazioni contenute nel modello Attività-Passività - Scarica il modello

 

E' attivo un Punto Informativo a cura della Commissione Crisi da Sovraindebitamento

Giorni e orari: gli appuntamenti possono essere concordati esclusivamente inviando un’email alla Commissione Crisi da Sovraindebitamento

Info e prenotazioni: sovraindebitamento@odcec.roma.it